Welcome to Comparto Alfieri Maserati

CONTATTI

Per info e dettagli sugli spazi contattaci a info@compartoalfierimaserati.it
altrimenti chiama il numero +(39) 0597874040

Headquarter:
Via Natalia Ginzburg, 20
41123 Modena – Italy

Storia

La Storia del Comparto Alfieri-Maserati

La storia del Comparto Alfieri Maserati inizia nel 1937 quando la famiglia Orsi decide di stabilire la sede della società appena acquistata dai fratelli bolognesi a Modena. Lo stabilimento venne creato per la produzione , non solo di automobili ma anche per quella di candele, accumulatori e macchine utensili.
Lo stabilimento venne chiuso e le sue produzioni trasferite durante il secondo conflitto mondiale.
Nel 1947 il Comparto Alfieri Maserati riapre le sue porte e grazie alla spinta economica derivante dal boom economico del dopoguerra le società del gruppo Orsi tra cui appunto la Maserati espandono la loro linea produttiva in maniera esponenziale.
Nei primi anni cinquanta , il marchio Maserati , spinto dalla grande richiesta del pubblico inizia la produzione di motocicli. Nel 1953 in seguito all’accordo con la bolognese Italmoto nel Comaparto alfieri maserati si iniziò la produzioni di motocicli che raggiunse il suo apice massimo nel 1957 con l’esportazione di moto sui mercati sud-americani, nord-africani ed europei. L’anno dopo, però, l’azienda entrò improvvisamente in crisi. I clienti stranieri, per ragioni diverse, interruppero le ordinazioni e i pagamenti. La domanda interna subì un secco calo, cagionato anche dalla agguerrita concorrenza di altre case motoristiche.
La Maserati Motocicli riuscì a resistere ancora per qualche anno, poi nel 1960 il consiglio di amministrazione della società decise di sospendere l’attività e di chiudere la fabbrica.
Nel corso degli anni i capannoni di via Paolucci hanno visto stabilirsi diverse attività, rimanendo sempre immutati. È solo nel 2005 che vengono iniziate le pratiche per l’ammodernamento del comparto che si concludono nel 2012. La ristrutturazione ha visto la creazione di 3 diversi lotti che riprendono le linee dello stabilimento originale: tra questi si può notare che il colore della parete esterna dell’edificio principale del lotto 2, sono diversi rispetto a quelli che caratterizzano l’intero comparto, in quanto sono i mattoni autentici della Fabbrica degli anni 60.